Sicuramente il titolo dato non è tra i più comprensibili.

Ma per chi ha vissuto “l’ultimo” pellegrinaggio di fine anno 2019/20 porta alla memoria i giorni vissuti a Medjugorje. Da sempre, fin dagli inizi dei nostri pellegrinaggi, abbiamo privilegiato le festività Familiari e Comunitarie per poter vivere cristianamente questo “tempo forte”.

A seguire poi le partenze per vivere il fine/inizio anno con la “Gospa”.

Oggi, a distanza di un anno preciso, vorremmo ricordare di RICORDARVI delle giornate trascorse in Amicizia, in Preghiera e nella Gioia vera vissuta e testimoniata.

Va bene cosi, anche se avremmo voluto un Natale diverso. La pandemia non ha il potere di “uccidere” e/o ostacolare la Sua venuta, anzi quando si pensa che ci abbia derubato del Natale vediamo i frutti di un Santo Natale, si diverso dal solito mondano e consumistico, ma più sincero e ricco di spiritualità, dove il regalo più bello che porteremo alla santa Famiglia per l’Emmanuele farà prevalere pur, nella nostra fragilità, lo Stupore, la Gioia e la Grazia di un Dio che ha tanto desiderato viaggiare dal Cielo a Noi in grembo ad una Mamma dolcissima e ricca di riconoscenza per la Misericordia di Dio “Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente”.

E sia così! Grandi cosa farà in noi l’Onnipotente, se ci lasciamo guidare dalla Sua e nostra Mamma che desidera solo riempire i nostri cuori di Pace.

Vi auguriamo carissimi di esser felici e vivere in Pace tutti i giorni, in ogni tempo anche in questo segnato da grandi prove.

Maria Madre di Gesù e Madre nostra prendici tutti sotto il Tuo manto.

Buon Natale!

Mario e Giovanna

Commenti da Facebook